Categorie Sicurezza

Tecnologia a banda ultra larga: Una vecchia idea per riformare il moderno controllo accessi

uwb

La tecnologia a banda ultra larga (UWB) è vecchia quanto la radio. Fu utilizzata per la prima volta nel 1901 dall’innovatore italiano Guglielmo Marconi, che inviò sequenze in codice Morse attraverso l’Oceano Atlantico utilizzando trasmettitori radio a spark-gap.

Nel giro di cinquant’anni, i settori della difesa hanno iniziato a utilizzare la tecnologia UWB, che ha fornito i più alti standard di comunicazioni sicure e affidabili. Mentre l’uso di UWB è stato limitato a scopi militari fino al 21° secolo, grazie ai cambiamenti normativi, è ora possibile utilizzare i sistemi UWB in applicazioni di comunicazione dati generiche.

In vista del 2020, con l’aumento dell’uso commerciale della tecnologia UWB, molte aziende del futuro sono consapevoli delle sue potenzialità: portare la sicurezza e la convenienza a un nuovo livello.

Come funziona UWB?

Ultra-Wideband Technology

L’UWB Alliance, un’organizzazione senza scopo di lucro, descrive la tecnologia UWB come “una tecnologia radio unica che può utilizzare livelli di energia estremamente bassi per comunicazioni a corto raggio e ad alta larghezza di banda su un’ampia porzione dello spettro radio”.

Mentre le tecnologie a banda stretta come il Bluetooth o il WiFi trasmettono segnali in pacchetti di dati, UWB fa lo stesso in una sequenza di brevi impulsi. Il processo non è immune da alcune sfide tecniche. Tuttavia, ha ancora la capacità unica di inviare o ricevere informazioni, misurando anche la distanza tra il mittente e il destinatario.

La misurazione del tempo necessario ad un impulso per viaggiare dal mittente al ricevitore, nota come “misurazione del tempo di volo”, facilita il processo. Questa caratteristica è ciò che rende la tecnologia UWB unica nel suo genere, poiché il ricevitore conosce senza dubbio la distanza dal mittente.

Come può l’UWB cambiare il controllo degli accessi?

L’UWB Alliance afferma che la tecnologia UWB ha innumerevoli applicazioni in tutti i settori industriali che possono beneficiare di miglioramenti quali una localizzazione più accurata, la navigazione, il tracciamento, la sicurezza, l’imaging, il rilevamento e la comunicazione. Di conseguenza, le potenzialità della tecnologia UWB nel controllo degli accessi e nelle tecnologie di sicurezza sono particolarmente impressionanti.

L’industria automobilistica sta già lavorando per consentire l’accesso alimentato da UWB. Volkswagen è una delle prime a sfruttare le caratteristiche di sicurezza uniche di UWB, che permette alla casa automobilistica tedesca di creare una chiave digitale per auto. Oltre ad essere in grado di inviare chiavi digitali ad altre persone, la tecnologia UWB protegge i proprietari di automobili dagli attacchi dei relè. Un attacco a relè descrive il metodo di furto di un’auto, che consiste nello spoofing della presenza di una chiave, amplificando un segnale rispettivamente verso -e da una chiave remota, autorizzata, e dall’auto.

Nuovi catalizzatori per l’adozione della tecnologia UWB

Ultra-Wideband Technology

Il colosso tecnologico di tendenza Apple ha puntato sull’incorporazione di UWB per fornire un accesso più sicuro e più accessibile che mai. Apple ha annunciato che UWB è incluso nei suoi chip U1, che sono integrati nel suo Phone11. Pertanto, l’iPhone11 è in grado di localizzare con precisione e comunicare con altri dispositivi dotati di UWB. Il gigante della tecnologia descrive questa moderna applicazione di UWB come “GPS alla scala del vostro salotto”. Allo stesso modo, la rivista tecnologica WIRED la definisce “Bluetooth con gli steroidi”.

Più recentemente, Apple ha annunciato la sua collaborazione con BMW per l’accesso alle auto. Altri leader della produzione automobilistica seguiranno probabilmente il corso.

Accesso “senza attrito” per aumentare la sicurezza e la convenienza

Con l’avanzamento della tecnologia UWB nell’industria automobilistica, l’attenzione si sposta anche su altre possibili applicazioni, riassunte sotto la parola d’ordine “senza attrito”. Attraverso i sensori intelligenti alimentati da UWB, è possibile accedere a stanze, edifici o automobili, non facendo altro che trasportare un telefono cellulare o uno smartwatch.

Le tecnologie UWB consentono il cosiddetto accesso “senza attrito”, che non compromettere la sicurezza ma consente l’accesso ad un’area senza interferire con l’esperienza dell’utente.

Riet Cadonau, Presidente e CEO del Gruppo dormakaba

“Per questo motivo abbiamo iniziato a investire in questa tecnologia alcuni anni fa, e siamo felici di vedere che la nostra visione di un accesso sicuro ma conveniente stia per diventare realtà”, aggiunge Riet Cadonau, Presidente e CEO del Gruppo dormakaba.

Boris Danev, co-fondatore e CEO di 3db Access, fa eco a Cadonau. Con sede in Svizzera, l’azienda di Danev sviluppa la tecnologia chip UWB integrata a bassa potenza per il controllo sicuro dell’accesso senza contatto per il mercato automobilistico e dei beni di consumo.

L’accesso sicuro alle auto è solo una delle innumerevoli applicazioni delle tecnologie UWB”, afferma Danev. “UWB incrementa non solo la sicurezza personale, ma anche quella industriale.

Boris Danev, co-fondatore e CEO di 3db Access

Nuovi standard per spianare la strada all’adozione dell’ UWB mainstream

Attualmente, diverse organizzazioni e consorzi, come IEEE, UWB Alliance, FiRa e Profibus/omlox stanno identificando gli standard per la tecnologia UWB. La definizione di tali standard aperti è la base per la costruzione di ecosistemi UWB interoperabili in cui telefoni cellulari, smartwatch, chiavi elettroniche funzionano senza soluzione di continuità con serrature intelligenti, tag per il tracciamento degli asset e altri dispositivi di diversi fornitori.

L’accesso da UWB è ancora in una fase iniziale anche se ha un potenziale illimitato. Pertanto, nei prossimi anni, il processo di adozione tradizionale di UWB plasmerà probabilmente molte conversazioni sulle tecnologie di accesso e ispirerà molti innovatori.

Team editoriale dormakaba

Team editoriale dormakaba

dormakaba è una delle tre principali aziende di soluzioni per il controllo degli accessi e la sicurezza sul mercato globale.